Salvatore Pilotta - Official Site - Haec obtinui per ea quae feci
» La camelia

  

11 Gennaio 2010

Ho acquistato la camelia in un supermercato ed era in svendita in quanto era piuttosto malconcia (è frequente nei supermercati trovare piante non curate adeguatamente e che vengono svendute).
 
Mi aveva alettato il prezzo, veramente molto basso, ma soprattutto l’idea di poterla, con le mie cure, recuperarla alla sua proverbiale bellezza. Mi vanto di avere il cosiddetto pollice verde!
 
Aveva alcuni boccioli secchi che ho subito reciso, gli ho trovato un angolino riparato dal vento sul mio terrazzo ed ho iniziato a pulire le foglie una ad una e a bagnarla adeguatamente.
 
La camelia per circa un anno non è sbocciata, ma recentemente ha iniziato a risvegliarsi fino a sbocciare in tutto il suo splendore tra la fine del 2009 e l'inizio del 2010: ho letto che per la sua bellezza ordinata e la delicatezza del profumo dei suoi fiori è il simbolo della “bellezza senza pretese”.
 
Che soddisfazione ho provato! Soprattutto perché sbocciata in un momento in cui la natura sembra addormentata e quindi a maggior ragione mi è sembrato un vero miracolo. 
 
Certamente guardando le foto che le ho fatto viene da pensare che la natura è meravigliosa e che, se riesci a capirne la vera essenza, riesci a raggiungere quell’equilibrio che ti permette poi di stare bene con te stesso e con gli altri.
 
Non a caso chi è dedito alle attività di giardinaggio dice che è un’attività che rilassa.
 
Ecco la mia camelia: 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  
 
 
 
 
Per chi è alla ricerca di consigli per la cura di questa pianta, rimando a questo indirizzo: http://www.elicriso.it/it/come_coltivare/camelia/